CPU Ryzen - Blog News - DreamInformatica

Vai ai contenuti

Menu principale:

CPU Ryzen

Dream Informatica
Pubblicato da in News Cpu ·
Oggi finalmente è il giorno di AMD Ryzen; dopo mesi di avvicinamento, l'azienda di Sunnyvale lancia ufficialmente sul mercato i nuovi processori, presentati alla stampa lo scorso 22 Febbraio. Con un progetto durato circa 4 anni, il produttore torna ai vertici del segmento delle CPU consumer, dando una svolta ad un lungo periodo che ha visto il competitor Intel fare il brutto e cattivo tempo.
Vi anticipiamo che, purtroppo, per motivi nuovamente legati al ritardo nella consegna dei sample, dobbiamo rimandare di qualche giorno la recensione, ma arriveremo presto con le nostre prove e approfondimenti. Torniamo però su Ryzen per fare il punto della situazione sulle caratteristiche di questa nuova piattaforma, che, inevitabilmente, porterà con sé non solo processori, ma anche un nuovo ecosistema hardware.
AMD Ryzen nasce per venire incontro alle nuove richieste del mercato mainstream/consumer e gaming, sempre più esigente in termini di risorse, con una crescente richiesta per il multi-tasking.
Se il segmento professional è focalizzato ormai da anni su questo aspetto, le applicazioni che sfruttano bene il Multi-Thread ormai sono diverse, molte delle quali vengono utilizzate da tutti noi quotidianamente: creazioni di contenuti multimediali, streaming, cicli di render, giochi di ultima generazione, questi sono solo alcuni delle attività che ormai svolgiamo quasi giornalmente.
Prima di vedere qualche dettaglio in più su Ryzen, ribadiamo che oggi AMD presenta in via ufficiale tre processori; il top di gamma Ryzen 7 1800X, il Ryzen 7 1700X e il Ryzen 7 1700, tutti chip con architettura a 8 Core e supporto SMT (Simultaneous Multi-Threading), quindi 16 thread totali; una novità per la fascia consumer, soprattutto se guardiamo al prezzo base ufficiale, 329 dollari, con pre-ordini che in Italia sono già partiti a 379 Euro (Ryzen 7 1700).
  • AMD Ryzen 7 1800X: Base Clock 3,6 GHz - Turbo 4 GHz - 16MB di Cache L3 - TDP 95W
  • AMD Ryzen 7 1700X: Base Clock 3,4 GHz - Turbo 3,8 GHz - 16MB di Cache L3 - TDP 95W
  • AMD Ryzen 7 1700: Base Clock 3,0 GHz - Turbo 3,7 GHz - 16MB di Cache L3 - TDP 65W


Architettura AMD Zen
Le CPU Ryzen, che arriveranno anche in varianti a 6 e 4 Core, sono basate sull'ultima architettura AMD Zen x86 a 14nm; quattro i punti sui quali si è focalizzata l'azienda rispetto alla precedente generazione: prestazioni, troughput, efficienza e scalabilità.
Stando ai dati che ci fornisce AMD, Zen, rispetto alla precedente architettura, offre migliori prestazioni in single-core, grazie a un migliorato ILP (Instruction-Level Parallelism), nonché l'ottimizzazione di Larger Instruction Scheduler Window, Issue width ed execution resources (rispettivamente 1.75X e 1.5% rispetto al passato).
Alla base dell'archiettura ZEN c'è un modulo chiamato CPU Complex (CCX), unità quad-core che integra 128KB di cache L1 (64KB I-cache + 64KB D-cache), 512KB di cache L2 dedicata per core e 8MB di cache L3 condivisa. Ogni CCX può supportare o meno la tecnologia SMT, mentre i vari moduli comunicano attraverso il bus ad alta velocità Infinity Fabric. Nella sua configurazione top, Ryzen offre due CCX, mentre allo stesso tempo un CCX può essere disabilitato o avere uno dei core disabilitati (ecco quindi spiegati gli EsaCore).
Passando all'efficienza, l'ottimizzato processo produttivo FinFET a 14nm di Global Foundries, con la nuova architettura, ha permesso ad AMD di abbattere ulteriormente i consumi, dando la possibilità di assemblare un Octa-Core con SMT da soli 65 Watt (vedi Ryzen 7 1700).



Nessun commento

Articoli recenti
Articoli per mese
Categorie
Nuvole
News Cpu
Dream Informatica Via Villanova, 11 10076 - Nole (TO), ITALY
P.IVA 09516340016
Cell. : (+39) 392.3307107
Tel. : (+39) 011.5505353
Torna ai contenuti | Torna al menu